Harry Edward Styles, nato a Redditch, il 1° febbraio 1994, nel Worcestershire, è cresciuto ad Holmes Chapel (Cheshire) e prima di partecipare ad “X Factor”, nel 2010, lavorava part-time in una panetteria a Holmes Chapel.

Faceva parte di un gruppo musicale chiamato “White Eskimo”, che si esibiva localmente nella contea del Cheshire. Tra le sue influenze si citano Elvis Presley, “Foster the People”, Chris Martin e “Kings of Leon”.
Nel 2010 ha partecipato come solista alle audizioni della settima stagione del talent show televisivo britannico “The X Factor”. Insieme ad altri quattro ragazzi (Louis Tomlinson, Liam Payne, Zayn Malik e Niall Horan) fu inserito, su proposta dei giudici Nicole Scherzinger e Simon Cowell, in un nuovo gruppo che partecipò al programma giungendo al terzo posto. Dal 2010 è quindi un membro degli “One Direction”, gruppo che ha esordito con l’album “Up All Night” e che ha conquistato le classifiche di tutto il mondo, prendendosi una pausa a tempo indeterminato nel febbraio 2016.
In seguito, contemporaneamente alla carriera di gruppo con gli “One Direction”, ha debuttato come solista, nel 2011, con il brano “Don’t let me go”.

All’inizio del 2014 ha scritto, insieme al cantautore statunitense John Legend, uno dei singoli contenuti nel primo album inedito del duo “Alex & Sierra”, vincitori della terza edizione di “The X Factor USA” ed è inoltre autore del brano di Ariana Grande “Just a little bit of your heart”, contenuto in “My Everything”.
Nel 2016 si unisce al cast del film “Dunkirk”, diretto da Christopher Nolan, uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 27 luglio 2017. Lo stesso regista ha dichiarato di aver scelto Harry Styles per il suo potenziale e non per la popolarità: infatti ha ottenuto la parte dopo aver sostenuto un’audizione tra centinaia di candidati.
E’ coautore, insieme a Meghan Trainor, del brano “Someday”, inserito nell’album “Nobody but me” di Michael Bublé del 2016, interpretato dallo stesso Bublé con Meghan Trainor.

Il 23 giugno 2016 Harry Styles ha firmato un contratto da solista con l’etichetta discografica “Columbia Records” ed il 7 aprile 2017 ha pubblicato il suo primo singolo da solista, “Sign of the Times”, che ha anticipato l’uscita del suo album di debutto, l’omonimo “Harry Styles”, avvenuta il 12 maggio 2017.
Composto da dieci brani, il disco si discosta da quanto operato con gli “One Direction” a causa delle sonorità più vicine al soft rock e al pop psichedelico, pur senza tralasciare influenze britpop. Il disco è stato in seguito promosso dai singoli “Two Ghosts” e “Kiwi”, oltre a un tour mondiale composto di oltre sessanta concerti tenuti tra il 2017 e il 2018.
Dopo quasi due anni di assenza dalle scene musicali, l’11 ottobre 2019 Harry Styles ha pubblicato il singolo “Lights Up”, accompagnato dal relativo videoclip ed il 13 dicembre pubblicherà il suo secondo album “Fine line”.

Harry Styles ha sostenuto varie cause e movimenti sociali. E’ stato un sostenitore di lunga data per l’uguaglianza e un ardente sostenitore della comunità LGBT e viene spesso visto sventolare la bandiera arcobaleno sul palco. Styles ha anche sostenuto l’uguaglianza di genere e il controllo delle armi negli Stati Uniti d’America.